Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli

Guida Pratica per imparare la pittura con i pennarelli

Per questa lezione di disegno ho scelto questo grazioso uccello simbolo di bellezza, mistero ed eleganza.

Da sempre, nella storia dell’Arte, i Cigni sono tra gli animali più presenti nelle opere di tutte le epoche, sia per la loro bellezza sia per le loro leggende.

Curiosità: Cygnus (la parola latina per “cigno” ) è una costellazione ben visibile che giace sul piano della Via Lattea. Nella mitologia greca, rappresenta Orfeo, che è stato trasformato in un cigno dopo la morte.

Questo progetto presenta sia un soggetto straordinario che un set unico di materiali per il disegno. Disegnare il piumaggio lucido dell’uccello può essere una sfida, ma troveremo un modo efficace per risolvere questo enigma.

Cosa serve per disegnare un cigno

Gli strumenti principali che utilizziamo oggi sono: 

Le Penne a Pennello

Le Penne a Pennello sono il giusto compromesso per per gli artisti che amano disegnare in movimento, fuori dallo studio, e vogliono evitare di dover immergere sempre la punta nell’inchiostro 😉

Ma non solo, la penna a pennello consente di creare una varietà di segni: 

La larghezza di una linea può essere modificata al volo premendo più forte, risultando in una linea più ampia.

Nello specifico oggi utilizzeremo due penne a pennello con inchiostro nero.

La 1° è il modello PITT di Faber-Castell 

La 2° è Copic Multiliner BS 

Tuttavia, le punte di queste penne hanno dimensioni relativamente vicine.

Con la Uni Pin nera 0.1mm creeremo i dettagli più fini.

Gli ultimi ritocchi saranno effettuati con una finepen Faber-Castell Grip 0.4 di colore rosso . 

Questa tonalità è più vicina all’arancione che al viola.

Perché usare due pennarelli di dimensioni approssimativamente uguali?

La differenza sta nel grado di usura. Per rendere più realistica questa guida ho voluto portarti in esempio una classica situazione che ti si può presentare.

Non sempre si “può” iniziare un nuovo disegno con tutti materiali nuovi di zecca, quindi è giusto imparare quei “trucchetti” per riuscire ad ottenere ottimi risultati con quello che si ha già in casa.

Se una penna è verso la fine ma funziona ancora perchè buttarla? 😉

Anche se ha raggiunto il suo fin di vita non significa che non possa essere utilizzata in modo creativo!

Vediamo quindi che nell’esempio di oggi userò la penna a pennello Faber-Castell nuova di zecca e, la mia Copic Multiliner che mi ha già accompagnato nella realizzazione di numerosi progetti artistici – non c’è da meravigliarsi che la sua punta sia notevolmente consumata!

Confrontiamo le punte delle penne a pennello:

Preferisco usare la penna consumata per disegnare vari segni materici.

Potrebbero avere un aspetto ruvido o secco. 

Inoltre, la punta mia penna Copic Multiliner usata è diventata più morbida, quindi non ho paura di premere più forte durante il disegno. Questa flessibilità garantisce una transizione graduale dalla qualità della linea sottile a quella spessa.

Come puoi vedere nell’immagine qui sotto, sono ancora in grado di fare segni piccoli e sottili.

La penna pennello Faber-Castell nuova invece è ideale per aggiungere dettagli più fini. Se tocchi a malapena la carta con la punta della penna, creerai alcuni segni delicati.

La Faber-Castell nuova ha una punta fresca, solida e elastica.

Per questo eviterò di premere troppo forte e otterrò dei segni più precisi, con minori variazioni di larghezza.

È sempre un’ottima idea provare prima le tue forniture. Ogni penna ha un set specifico di funzioni: dimensioni, morbidezza, elasticità e carattere dei segni. Alcune penne a pennello producono tratti bagnati e succosi. Altri possono dare un’impressione abbastanza diversa.

Quanto più conosci le possibilità e i limiti di un particolare strumento, tanto più facile è ottenere il risultato desiderato.

Per comodità, puoi anche fare prima qualche schizzo su un pezzo di carta di prova per testare lo stato di usura e il risultato sul foglio e, una volta individuato, avrai più chiaro in che momento utilizzare ogni strumento e come trarre il massimo delle loro attuali potenzialità.

Infine, Come supporto ho scelto una una normale carta da disegno spessa, con superficie liscia senza trama visibile in formato A4.

Disegnare un cigno con una matita di grafite

Innanzitutto, dovremmo decidere la posa del nostro uccello. Può essere piuttosto dinamico o statico, a seconda della tua idea.

Prima di iniziare chiediti sempre: Che tipo di emozione o umore trasmetterò con le mie opere d’arte?

Il vantaggio del disegnare i cigni è che sembrano maestosi in ogni posa e in tutti gli ambienti.

In base alla tua scelta inizia a pensare alla tua composizione e posa del Cigno nel disegno.

Oggi vediamo una posa dinamica. Il mio cigno sta allungando le sue bellissime ali prima del volo.

Comincio delineando alcune forme semplici che indicano la posizione della testa e del corpo. Una lunga linea curva mostra la direzione del collo del cigno.

Quindi aggiungo una forma ruvida per l’ala. Per ora, disegneremo solo quello più vicino allo spettatore. La seconda ala verrà aggiunta nel passaggio successivo.

Successivamente, perfeziono lo schizzo aggiungendo i dettagli e regolando le linee di contorno e quelli delle piume, sia le più piccole sia le penne più lunghe che si trovano vicino al bordo dell’ala.

Dopo che la prima ala è completa, aggiungo la seconda che è nascosta dietro.

Entrambe le ali hanno una silhouette simile.

Contrassegno anche le onde e il riflesso del cigno sull’acqua.

Come disegnare un cigno nero con pennarelli e inchiostro

Inizio le applicazioni di inchiostro con la vecchia penna a pennello Copic Multiliner

Traccio i contorni del collo e del corpo facendo una serie di brevi tocchi a media pressione.

Il piumaggio di un vero cigno non ha una trama uniforme ma molto molto dettagliata. 

Piume di varie lunghezze creano un rilievo interessante.

I segni sono molto vicini tra loro vicino ai bordi della figura.

Ti consiglio di evitare qualsiasi linea continua in questa fase.

Un cigno con una linea di contorno continua o ampia può sembrare innaturale.

I segni realizzati con questa penna pennello hanno un aspetto ruvido e spontaneo.

L’effetto luce che voglio ottenere è di una luce diffusa proveniente dal dietro del mio cigno e per rappresentare questo effetto intensifico le aree più scure e i contorni, comprese le piume dell’ala più lontana.

La schiena del cigno rimane leggera e per realizzarla ho a malapena toccato il foglio nell’area della schiena dell’uccello.

Nell’immagine qui sotto ho raggruppato i tipi di tratto che ho usato.

Aggiungere dettagli con penna a pennarello al tuo disegno

Ora è il momento di aggiungere segni con la penna pennello Faber-Castell nuova

Con lei aggiungerò alcune linee più accurate e precise, l’obiettivo è completare i contorni principali, compresi quelli che si trovano sul becco e sulle piume.

Lavoro principalmente con la parte più sottile della punta della penna.

L’uccello ha piume nere, ma ciò non significa che dovremmo creare un’applicazione nera solida. Piccoli punti di carta bianca sono accettabili e persino desiderati.

Ci aiuteranno a trasmettere la lucentezza del piumaggio.

Ricorda, il contrasto è importante nel creare l’illusione della trama.

Troverai i campioni di tratti nell’angolo dell’immagine.

Pennarello Ultra Sottile per eseguire tratteggi

Con il Pennarello ultra sottile 0.1mm Uni Pin nero eseguiremo lo strato di tratteggio.

Per le aree della testa, del collo e del corpo userò linee leggermente curve per accentuare il rilievo.

Seguire le linee di contorno incrociate è un ottimo modo per dare più volume al tuo disegno.

Passiamo poi ai lunghi aculei sull’ala più vicina allo spettatore che richiedono linee rette mentre sull’ala dietro il cigno meglio utilizzare il tratteggio incrociato.

Inserisci il disegno del cigno in un ambiente naturale

Sempre con un Pennarello ultra sottile 0.1mm Uni Pin nero aggiungo gruppi di tratteggi orizzontali nell’area sottostante e vicino al cigno.

Queste linee sono leggermente curve. L’alternanza di aree più chiare e più scure crea l’illusione della superficie dell’acqua e il riflesso del cigno su di essa. Mentre l’acqua si muove, il riflesso diventa distorto e sfocato.

Oscuro l’area sotto il cigno con ulteriori strati di tratteggio incrociato.

Per l’acqua invece do giusto qualche accenno alle onde, per non rischiare che i trippo dettagli dell’acqua facciamo spostare l’attenzione su di essa anzichè sul cigno.

Mi focalizzo invece sul riflesso del cigno per rendere il nostro disegno più credibile e completo.

Rifinire i dettagli del disegno con pennarello ultra sottile 01.mm

Torniamo al cigno e riprendiamo al Pennarello ultra sottile 0.1mm Uni Pin nero.

Continuiamo con l’aggiunta di altri tratteggi per “colorare” le aree che sembrano ancora troppo chiare. Inoltre oscuro le ombre, specialmente sull’ala.

Dato che il piumaggio è nero, dovremmo rendere scura la copertura dell’inchiostro, lasciando alcuni punti bianchi. Quelle aree incontaminate creano l’illusione di una superficie lucida secondo la direzione della luce.

BONUS colore

Il disegno è completo ma non del tutto 😉

Regaliamo un pizzico di colore al nostro Cigno in bianco e nero.

Uso una Penna a Punta rossa Faber-Castell Grip 0.4 per aggiungere alcuni punti al becco dell’uccello, principalmente nella sua parte inferiore dove vediamo l’ombra.

Questa inclusione del colore è sottile, ma fa la differenza e aggiunge un certo interesse.

Conclusione

Congratulazioni – abbiamo creato un bellissimo disegno!

Spero che ti sia piaciuto lavorare con le penne a pennello e giocare con il colore.

Se seguirai questa guida per realizzare il tuo prossimo disegno, non dimenticarti di pubblicare il risultato nella nostra Pagina Facebook “Cerchio di Giotto” commentando il post qui sotto.

O tagga @Cerchio di Giotto se lo condividi su altri gruppi 😉

Buon Disegno,
Salvatore.

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.

VIDEO LEZIONE GRATUITA
Gli indispensabili del Disegno
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Salvatore Liardo
Appassionato di arte ed esperto di internet, è tra i fondatori, unendo queste sue passioni è nato Cerchio di Giotto, di cui coordina lo staff.
Leggi anche:

Rispondi

Se ti hanno detto che non sei portato per il disegno, si sono sbagliati.
Col nostro metodo didattico, chiunque può imparare a disegnare e te lo dimostriamo subito. 

Scarica la nostra e impara davvero a disegnare!
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli
  • Come Disegnare un Cigno facilmente coi pennarelli

Nel video ti mostriamo quali sono gli strumenti indispensabili del disegno e come si usano. In modo facile e chiaro.

OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA
Gli indispensabili del Disegno
OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA

Gli indispensabili della Pittura ad Olio