Come disegnare un cane con la matita

Valentina Aglieri
Valentina Aglieri
Libera professionista, mi occupo di illustrazione, visual design e custom design. Associo il nome “Pumarolas” ai miei lavori da quando avevo 18 anni, inizialmente definendolo come nome d'arte, e in seguito decidendo di adottarlo come nome associato alla mia professione.
Valentina Aglieri
Valentina Aglieri
Libera professionista, mi occupo di illustrazione, visual design e custom design. Associo il nome “Pumarolas” ai miei lavori da quando avevo 18 anni, inizialmente definendolo come nome d'arte, e in seguito decidendo di adottarlo come nome associato alla mia professione.

2 esercizi passo passo per ritrarre il tuo cane in modo realistico  

Scommetto che se ti appassiona il disegno e se hai un amico che appena ti vede scodinzola, ti riempie di feste, amore e peli, avrai sicuramente pensato almeno una volta di provare a ritrarlo!

Ho provato a farlo anche io, più volte, e voglio oggi suggerirti un metodo che può aiutarti a raggiungere il tuo scopo.

Per questa esercitazione ti propongo due esempi, due pose diverse dello stesso soggetto, in modo da rendere più chiaro il metodo e poterlo utilizzare per realizzare il disegno del cane che preferisci, partendo da qualsiasi immagine.

I Materiali necessari

Prima di tutto ti invito a recuperare i materiali che ti serviranno e preparare il tuo piano di lavoro, così poi ti potrai dedicare solamente al disegno:

  • Carta da disegno bianca, liscia;
  • Matita HB o 2B;
  • Gomma bianca;
  • Gomma pane;
  • Temperino;
  • Due copie della foto dell’esempio numero 2;
  • Un righello può aiutare in alcuni passaggi.

Una volta che il tuo piano di lavoro e ben organizzato, non ti resta che iniziare a disegnare il tuo amico a quattro zampe!
Pronto?

Iniziamo a disegnare il nostro cane seguendo il primo modello, ovvero la prima “posa” che il nostro amico fido è solito fare e che può sembrare un po’ più semplice riprodurla.

Esercizio #1: la posa raccolta

Come primo esercizio, ti mostro per prima la posa che, a mio parere, è più semplice da realizzare perché più raccolta.

In questo caso ho realizzato uno sketch veloce: ti mostrerò il procedimento che ho utilizzato partendo dal risultato finale che puoi vedere nell’immagine qui sotto.

Dal risultato finale come guida al mio abbozzo

Ti mostro ora lo schema con cui ho realizzato lo sketch in queste altre due immagini:

Come fare a costruire questo schema? 

Lo vediamo insieme.

Step 1: definisci gli spazi e le proporzioni del tuo disegno

Per ottenere un risultato ottimale è fondamentale definire gli spazi che saranno occupati dalla figura che andrai a rappresentare, devi dunque capire quali sono le proporzioni della tua immagine.
Una volta trovate, devi rispettarle fino alla conclusione del disegno. Devi, inoltre, cercare di semplificare e vedere la geometria che si nasconde nelle immagini che vuoi rappresentare. 

In questa foto vedrai le linee iniziali che ho tracciato per iniziare a definire la figura.

Questa è la geometria che io ho visto nell’immagine che volevo rappresentare.

Se osservi bene puoi notare come in queste poche righe sia già intuibile tutta la figura, come si distingue la testa dal corpo, dove andranno a posizionarsi le zampe e così via.

Step 2: aggiungi le linee che delineano la posizione e la forma del tuo cane

Ho proseguito aggiungendo delle linee per definire maggiormente la posizione e la forma delle varie parti, ma sempre mantenendo una struttura geometrica e approssimativa. In queste fasi iniziali non è importante andare nel dettaglio, è un errore che si tende a fare per inesperienza e che porta a commettere errori sulle proporzioni generali del disegno.

Step 3: passa ai dettagli del muso

Ecco un’altra fase, ho aggiunto ulteriori dettagli soprattutto sulla parte del muso, è la parte più difficoltosa da definire, perché è da qui che si riconoscerà il nostro amico, quindi ti invito a prestare particolare attenzione a questo punto.

Fai attenzione agli spazi occupati dalle varie parti, dalle orecchie, dagli occhi – dall’occhio in questo caso –  e dal naso.

Step 4: ammorbidisci le linee spigolose e dai forma al tuo cane

Questo punto ti piacerà: finalmente è il momento di ammorbidire le linee e rendere il cane meno spigoloso! 

Sono partita subito dal muso: guarda come quelle linee così asettiche possono finalmente prendere forma. 

Vedi che basta davvero pochissimo per variare una figura? 

Per questo motivo è fondamentale avere sempre davanti l’immagine di partenza e osservare bene come si sviluppano le varie linee.
Non serve esagerare con le curve, anche una minima variazione può farti ottenere il corretto risultato o può portarti del tutto fuori strada, quindi, non lo dirò mai abbastanza: fai molta attenzione e procedi con cautela, un passo alla volta!

Step 5: l’espressione del cane

Altri piccoli passi: ho proseguito con il profilo e ho iniziato a definire l’occhio e l’espressione del cane.

Ho definito qui le orecchie e tutta la forma della testa, è possibile iniziare anche a sfumare leggermente le zone più scure con la matita. Alcune delle linee di costruzione indicano delle zone che andranno definite infatti con l’utilizzo del chiaroscuro, come quella attorno e sopra l’occhio, o quella del naso.

Step 6: è il momento delle zampe e della coda

Proseguo con la zampa posteriore destra del cane e la coda, esattamente come ho fatto per la testa, ho osservato bene l’immagine di partenza e ho tracciato le linee curve che definiscono la zona.

Allo stesso modo, ho proseguito con la parte sinistra del disegno, definendo la zampa anteriore sinistra, il corpo e il fianco.

Sono andata avanti con la zampa posteriore mancante, con quella anteriore e la base del corpo.

Step 7: il chiaroscuro

In queste tre immagini voglio mostrarti come, abbastanza velocemente, ho iniziato a definire con il chiaroscuro la figura del cane. Essendo uno sketch non è molto preciso, ma posso anticiparti un aspetto che vedremo nello specifico nel prossimo esempio:

se vuoi rendere l’effetto del pelo devi tracciare delle linee seguendo l’inclinazione e l’andamento, del pelo stesso.

Qui proseguo con il chiaroscuro e realizzo un’ombra sotto l’animale, per creare contrasto e profondità.

Questo primo esercizio volge al termine, come ti è sembrato?
Ora se vuoi metterti alla prova e alzare un pochino l’asticella delle tue abilità nel disegno, ti suggerisco di provare a cimentarti anche con il secondo esercizio! 😉

Continuiamo 🙂

Esercizio #2: la posa più complessa e dettagliata

Ti propongo ora un secondo esercizio, un esempio leggermente più complesso e dettagliato che ritrae una posa tipica del nostro amico a quattro zampe. 

Per prima cosa ti lascio qui l’immagine di riferimento da cui partire, così mi puoi seguire passo a passo, provando con me i vari passaggi.

Ti consiglio di stampare due copie di questa foto, in modo che una rimanga intatta da copiare, mentre sulla seconda puoi riprodurre lo schema che ti mostrerò.  

Come nel primo esempio ti mostro lo schema e la sua applicazione sulla foto:

Puoi procedere immediatamente con la riproduzione delle linee su una delle due foto stampate, o puoi riprodurle passo a passo con i prossimi step che ti mostrerò.

Per una maggiore sicurezza, puoi aiutarti con un righello e riportare sul tuo foglio da disegno le stesse dimensioni dell’immagine che hai stampato.

Step 1: riconosci le figure geometriche semplici e generali della figura

Ti mostro ora i primi tre passaggi che dovrai realizzare in progressione.

Come vedi, anche in questo caso, devi cercare di riconoscere le figure geometriche più esterne e semplici, che possano racchiudere l’immagine che dovrai rappresentare. Si potrebbe dire che in questo caso si può partire da un triangolo appoggiato a un rettangolo che avrà qualche modifica, per il dorso del cane, la coda e le zampe.

É necessario sempre fare attenzione alle inclinazioni che si vanno a riprodurre. 

Una volta riprodotta la figura generale, con le sue giuste proporzioni, puoi proseguire con l’inserimento di altre linee che definiscano il corpo, sempre mantenendo una struttura geometrica e rispettando le inclinazioni.

Lo stesso procedimento è da adottare nella zona del muso e nei dettagli delle zampe.

Considera che più si va nel dettaglio e più è facile commettere errori di dimensione, ed è anche più facile che questi errori siano evidenti alla fine del lavoro! 

Step 2: definisci le zampe anteriori e le orecchie

Adesso puoi iniziare a definire la forma di alcune parti: io ho cominciato con le zampe anteriori e le orecchie perché sono esterne rispetto all’immagine generale e sono delle zone in cui ci sono meno peli, per questo le ho definite con delle linee. 

Ricorda che nel disegno anche le linee vanno costruite poco alla volta, con tratti leggeri, eventualmente da riprendere in seguito.

Il disegno di costruzione a questo punto può essere di ostacolo alla resa, soprattutto se le linee tracciate sono molto pesanti e scure, è questo il momento di usare la gomma pane che, tamponata leggermente sul foglio, alleggerirà anche i tratti più pesanti.

Step 3: il chiaro scuro e l’effetto di tridimensionalità al nostro disegno

In questa carrellata di sei immagini ti mostro come ho dato vita alla testa del cane con il chiaroscuro. Sono partita dalle zone più scure – orecchie, occhi e naso – facendo attenzione a quali parti mantenere più chiare o totalmente bianche, come il contorno degli occhi o la luce al loro interno. 

Il procedimento richiede di definire prima le zone con un tratto più leggero e poi riprenderle rendendole più scure. Il tratto attorno agli occhi deve rispettare la posizione e l’andamento del pelo, così come anche in tutte le zone che andrai a fare. 

Devi dunque proseguire nella resa del pelo nel resto della testa, procedendo con linee leggere e osservando nell’immagine di riferimento quali sono le zone più chiare, e quali più scure, alternando così la pressione della matita e la quantità di tratti riprodotti.

Step 4: passa al corpo

Passa adesso al corpo: partendo da piccoli tratti leggeri riportati sulle linee di costruzione inizia a definire il pelo e le forme come nelle foto.

Intensifica i tratti, leggeri e poco alla volta, per rendere tridimensionale la figura. Osserva dove questi devono essere più scuri e intensi e dove invece devono essere più chiari.

Inizia anche a riportare le ombre sotto al corpo del cane.

Step 5: concentrati adesso sulla parte posteriore

Come per le altre parti osserva le caratteristiche di questa zona e inizia a definire le parti più rilevanti.

Fai attenzione perché in questa zona ci sono diversi cambi di direzione del pelo.

Ci siamo quasi, non mollare!

Step 6: è il momento di definire la coda e le zampe posteriori.

Sono una zona abbastanza ostica, quindi di cosa abbiamo bisogno?
Di più attenzione e spirito di osservazione! 

Come hai già fatto per tutte le altre zone, inizia a definire la forma esterna, poi dedicati ai cuscinetti delle zampe ed il gioco è fatto.

Step 7: ultimi dettagli

Siamo praticamente alla fine del percorso, devi solo definire i peli sulle zampe posteriori, sulla coda e il chiaroscuro dei cuscinetti.

Ora guarda il disegno e osserva dove è necessario sistemare peli o chiaroscuro, scommetto che qualche tocco in più può aiutare a completare definitivamente l’opera!

Ci siamo, il tuo disegno, o meglio i tuoi disegno sono pronti 😉

Conclusioni 

Ora tocca a te!
Quale dei due esercizi ti piace di più?

Stampa la foto del tuo migliore amico e prova a mettere in pratica il metodo che ti ho suggerito. 

Se sei alle prime armi ti consiglio di riprodurre uno schema geometrico su ogni immagine che vorrai provare a disegnare, ti aiuterà a rendere automatico il procedimento e vedrai che, se non ti arrendi, arriverà il giorno in cui non ne avrai più bisogno.

Come ti anticipavo sopra, il primo esercizio è un po’ più semplice e proprio per questi si addice a chi è alle prime armi con il disegno ma allo stesso tempo può essere un’ottima esercitazione per chi vuole migliorare la propria tecnica di disegno con la matita. Una volta consolidata la tua tecnica, passa subito all’esercizio numero 2: metti alla prova le tue abilità artistiche per acquisire sempre più dimestichezza con la tecnica del disegno a matita e rendere più realistici i tuoi disegni.

Se questo Tutorial ti è piaciuto, faccelo sapere sulla nostra pagina Facebook e perché no, condividi con noi i tuoi disegni del tuo amico Fido 🙂

Allora, cosa aspetti? Hai già fatto il disegno del tuo cane? 

E lui ci si riconoscerebbe?

A presto,
Valentina.

*** VIDEO LEZIONE GRATUITA ***
OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA
Gli indispensabili del Disegno
Accesso immediato, ricevi subito il link per email
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Rispondi

Leggi anche:
Ultimi Articoli

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.