La Prospettiva nel Fumetto

Gli errori da evitare per dare profondità e spazialità al tuo fumetto

“La prospettiva non è mai stata il mio forte”

“Non riesco dare tridimensionalità alla mia vignetta”

“il mio fumetto sembra piatto!”

Queste sono solo alcune delle tanti frasi che sento dire molto spesso. 

Personalmente adoro disegnare i fondali, perché a mio parere non sono un semplice riempimento o un modo per applicare le regole di prospettiva, ma parte integrante e viva della storia: riescono a comunicare al lettore l’atmosfera nella quale si svolge una scena, la contestualizzano, la arricchiscono e la rendono dettagliata, reale

Eppure, i fondali sono un po’ come le descrizioni dei libri, c’è chi li ama e c’è chi li odia!

Nel Corso di Fumetto abbiamo già affrontato come costruire un piano prospettico e come realizzare i vari tipi di prospettiva ma, nonostante ciò, “inciampiamo” spesso in alcuni errori ricorrenti che a volte nemmeno notiamo, ma che danno comunque fastidio all’occhio. 

Nell’articolo di oggi affronteremo quali sono gli errori più comuni che commettiamo, anche inconsapevolmente, quando disegniamo i nostri fumetti senza considerare la prospettiva.

Pronto?

Partiamo!

La linea dell’orizzonte e i personaggi nello spazio

La linea di orizzonte (che ricordiamo è la linea a partire dalla quale tracciamo le varie linee di fuga da uno o più punti) non serve necessariamente a delineare la fine di un pavimento o quel che sia, ma è un punto di riferimento indispensabile per rendere credibile anche il posizionamento e l’inquadratura di oggetti e personaggi.

Errore #1: posizionare i personaggi senza considerare la linea dell’orizzonte

La prima regola da rispettare per il corretto posizionamento dei personaggi è questa: se ipotizziamo di avere una superficie regolare e di porre su di essa individui di altezze simili o uguali, i personaggi della nostra vignetta devono sempre essere tagliati nello stesso punto dalla linea di orizzonte, indipendentemente da quanto siano lontani dal punto di fuga. 

Questo è un trucco abbastanza semplice per non commettere errori soprattutto se dobbiamo realizzare una vignetta con molti personaggi e dove si deve mostrare anche un po’ di sfondo (un caso abbastanza comune è quello delle splash page).

Consiglio Pratico:

Una volta che hai posizionato un personaggio ad una certa altezza rispetto la linea d’orizzonte, il gioco è fatto: non ti resta che posizionare tutti gli altri personaggi alla stessa altezza

Errore #2: inserire più personaggi troppo vicini al lettore

E quando dobbiamo disegnare personaggi a mezzo busto o a mezza figura in una vignetta in cui ci sono già dei personaggi a figura intera? 

Un errore molto comune è quello di piazzare personaggi più vicini rispetto al lettore non tenendo conto di questa regola perché abbiamo bisogno di inquadrarli bene in viso.

Vediamo ora quali sono i trucchi per aggirare questo problema….

3 Trucchi per dare Movimento al tuo Fumetto

Personaggi seduti, chinati o semplicemente bassi e superfici irregolari, come dossi, salite e discese aggirano il paletto di dover fare necessariamente tagliare dalla linea di orizzonte tutto in modo uguale in una vignetta.

Trucco #1

Osserva la prima vignetta della tavola qui accanto: in questo caso, i personaggi hanno una diversa altezza e dunque non possono essere posti lungo la linea dell’orizzonte nello stesso modo. 

Trucco #2

Nella seconda e nella terza vignetta, invece, il personaggio è chinato e quindi rispetto allo scoiattolo che è in piedi, risponderà a diverse regole di prospettiva. 

Trucco #3

Se infine guardiamo l’ultima vignetta, noteremo che il fondale è irregolare perché in primo piano c’è un dosso: saranno dunque  posizionati necessariamente su due piani differenti. 

Tutti questi stratagemmi non solo servono a far vedere bene i nostri protagonisti ma rendono più viva e reale la scena.

Conclusioni

Anche per il Fumetto, proprio come per il disegno, la prospettiva gioca un ruolo fondamentale perché ci permette di dare quel valore aggiunto al nostro elaborato finale: arricchisce una vignetta di dettagli minuziosi e realistici, da un effetto di “movimento” alla storia che vogliamo raccontare e coinvolge il nostro lettore.

Ciro consiglia…

Il mio consiglio è quello di osservare: puoi tranquillamente partire da foto reali ma anche dalle inquadrature dei film o da storie a fumetti e cartoni animati, l’importante è non limitarsi al rispetto ossequioso delle regole che impongono linee tracciate con squadra e righello, ma di affrontare il disegno tenendo conto della tridimensionalità dello spazio intorno ai personaggi e delle nostre necessità narrative.

Ora tocca a te!

Buon Fumetto e alla prossima,
Ciro

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.

VIDEO LEZIONE GRATUITA
Gli indispensabili del Fumetto
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Ciro Cangialosi
Ciro Cangialosi, disegnatore Disney, fumettista, colorista, character designer e docente presso Scuola di Comics.
Leggi anche:

Rispondi

Tutti possono realizzare fumetti, basta un foglio, una matita e tanta fantasia! Chi non ha mai sognato di realizzare le proprie storie o di poter lavorare per la sua serie a fumetti preferita?

Scarica la nostra e diventa un fumettista!

  • La Prospettiva nel Fumetto
  • La Prospettiva nel Fumetto
  • La Prospettiva nel Fumetto
  • La Prospettiva nel Fumetto

Nel video ti mostriamo la tecnica del fumetto. In modo facile e chiaro.

OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA

Gli indispensabili del Fumetto

OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA

Gli indispensabili del Fumetto

2020

BLACK FRIDAY

-40%

Termina il 30 novembre