Mostre luglio 2018: le 10 imperdibili in Italia

Mostre luglio 2018: vi presentiamo le 10 imperdibili in Italia per questo mese.

Mostre luglio 2018

L’Italia, si sa, è la patria mondiale dell’arte e se c’è una cosa che nel nostro Paese non manca mai sono le mostre. Scopriamo quali sono i 10 eventi artistici imperdibili in programma da Nord a Sud da mettersi in agenda e non perdersi!

Torino vegetale

Se abitate nei paraggi della bella Torino, una delle città più vive e brulicanti culturalmente, non potete perdervi “Il Silenzio della Tela. Natura morta spagnola da Sánchez Cotán a Goya”.

Sita nella preziosa cornice delle Sale Palatine della Galleria Sabauda dei Musei Reali. Circa una quarantina di opere che presentano un percorso focalizzato sulla natura morta spagnola che va dalla sua nascita negli ultimi decenni del Cinquecento fino all’inizio dell’Ottocento.

Milano storica

Per gli amanti del connubio storia e fotografia imperdibile risulterà la mostra a Palazzo Morando organizzata in occasione del centenario della fine della Grande Guerra. Esposti gli scatti che raccontano quei tragici anni, in cui la città e i cittadini erano piegati dal conflitto.

Provenienti in gran parte dall’Archivio delle Raccolte Storiche lo spettatore si immergerà in quegli anni bui che vanno dal 1914 al 1918.

Venezia celebra le donne emancipate

Al museo Ca’ Rezzonico di Venezia si celebra la figura di una poetessa e pittrice di Giulia Lama. Attiva nella prima parte del Settecento e poi completamente dimenticata fino al Novecento. In mostra i suoi studi di nudo.

Intrigante non soltanto per il suo straordinario talento, bensì per il coraggio di affermarsi in un’epoca in cui alle donne era precluso. La vita di Giulia e il suo coraggio ricordano la monumentale figura di una “collega di lotta” quale fu Artemisia Gentileschi.

Bologna del Sol Levante

A Palazzo Albergati di Bologna il tema è il Sol Levante. La mostra Giappone.Storie d’amore e guerra, attraverso una selezione di oltre 200 opere, ci catapulta nel mondo nipponico del periodo Edo.

Geisha e samurai, eroi leggendari, kabuki, animali fantastici, mondi visionari, paesaggi stilizzati secondo il gusto giapponese. A traghettare lo spettatore i nomi dei più grandi artisti dell’Ottocento giapponese tra cui Hiroshige, UtamaroHokusai, Kuniyoshi. In esposizione anche vestiti di samurai, kimono, ventagli e fotografie.

Gualdo Tadino firmato Vittorio Sgarbi

La mostra-evento “Meraviglia ed estasi” curata da Vittorio Sgarbi e Cesare Biasini Selvaggi è ospitata nella Chiesa monumentale di San Francesco, a Gualdo Tadino, nella splendida cornice del paesaggio umbro. Protagonista l’opera di Luciano Ventrone. 


A Roma sono due le mostre che gli appassionati di pittura non possono perdersi in questo luglio rovente. La prima è Canaletto 1697-1768 in mostra al Museo di Roma a Palazzo Braschi fino al 19 agosto 2018.  Pensata per celebrare il 250° anniversario della morte del grande pittore veneziano presentando il più grande nucleo di opere di sua mano mai esposto in Italia.

Per gli amanti delle atmosfere rarefatte ed evocative dell’acquerello quale artista meglio di Turner può incarnare il concetto di bellezza? Per la prima volta in mostra a Roma una raccolta di opere esclusive dell’artista inglese fino al 26 agosto 2018 al Chiostro del Bramante. Più di 90 opere d’arte, tra schizzi, studi, acquerelli, disegni e una selezione di olii mai giunti insieme in Italia, caratterizzano il percorso espositivo della grande mostra “TURNER. Opere della Tate”.

Napoli ottava meraviglia

Una mostra prorogata fino al 5 agosto per il grandissimo successo ottenuto: “L’esercito di Terracotta e il Primo Imperatore della Cina”. Complice la location suggestiva nella Basilica dello Spirito Santo. Un viaggio nell’Antica Cina di 2.200 anni fa. La mostra rappresenta la riproduzione più completa mai creata sulla necropoli, sulla vita del Primo Imperatore e sull’Esercito di Terracotta, Ottava Meraviglia del mondo.

 

Catania tra Giotto e De Chirico

Nella splendida cornice delle sale del museo civico Castello Ursino è stata prorogata fino a settembre la mostra ““Da Giotto a de Chirico – I Tesori nascosti”, curata da Vittorio Sgarbi. Esposto quel patrimonio artistico “nascosto” nelle più importanti raccolte private italiane, in un arco temporale di oltre sette secoli, dal Duecento alla metà del Novecento.

Monopoli grafica

A Monopoli, nel Castello Carlo V, vanno in scena le opere del pittore Joan Mirò: fra i più famosi rappresentanti del surrealismo in Spagna. Esposte 90 grafiche dell’artista appartenenti a 4 serie complete, affrettatevi perché c’è tempo fino al 15 luglio 2018.

Test di personalità artistica: dimmi quale artista ami e ti dirò chi sei

Commenta con Facebook

commenti

Leave A Response

* Denotes Required Field