Come disegnare un campo di grano

Valentina Aglieri
Valentina Aglieri
Libera professionista, mi occupo di illustrazione, visual design e custom design. Associo il nome “Pumarolas” ai miei lavori da quando avevo 18 anni, inizialmente definendolo come nome d'arte, e in seguito decidendo di adottarlo come nome associato alla mia professione.
Valentina Aglieri
Valentina Aglieri
Libera professionista, mi occupo di illustrazione, visual design e custom design. Associo il nome “Pumarolas” ai miei lavori da quando avevo 18 anni, inizialmente definendolo come nome d'arte, e in seguito decidendo di adottarlo come nome associato alla mia professione.

Tutorial a 5 step con tecnica mista e collage

Sono una grande fan delle avanguardie artistiche, ed è per questo che ho pensato di proporti una tecnica spesso sottovalutata: sto parlando del collage, inventato nel 1912 da Pablo Picasso e utilizzato moltissimo da lui e Georges Braque, principali esponenti del Cubismo.

Per l’esercizio di oggi ho pensato di combinare la tecnica del collage con altre tecniche artistiche, utilizzeremo infatti le Matite Colorate e i pennarelli per disegnare un campo di grano.

Con il collage sfrutteremo assemblaggi magici di carte per realizzare la profondità tipica di un paesaggio e andremo poi con le altre tecniche a disegnare un campo di grano che ci riporti il calore della nostra estate in arrivo.

Pronto?
Partiamo!

Cosa serve?

La prima cosa che devi fare è preparare il tuo piano di lavoro e procurarti tutto ciò che ti serve per poter procedere!

Per aiutarti scriverò qui di seguito la lista del materiale che ho utilizzato per questo disegno:

  • matita bianca Caran d’Ache Luminance;
  • pennarelli “Acqua brush duo Lyra” e/o “Brush Pen Ecoline” sui toni del giallo e dell’ocra;
  • pastelli a piacere sui toni del giallo e dell’ocra;
  • matita 2B;
  • penna bianca Gelly Roll, Sakura;
  • scotch di carta o colla;
  • squadra o righello;
  • carte / cartoncini azzurro e sui diversi toni panna, beige, marrone chiaro.

Come iniziare?

Una volta preparato il nostro piano di lavoro, siamo pronti per iniziare la nostra composizione.

Step 1: raggruppa e organizza le carte e i cartoncini

Nella foto vedi che ho raggruppato e strappato a mano le varie carte che ho scelto.

La carta ha una direzione favorevole allo strappo, fai una piccola prova e verifica quale sia la direzione in cui lo strappo è facilitato e ne risulta un andamento più o meno lineare.

Cerca di mettere in ordine i fogli in base alle tonalità di colore. L’azzurro andrà a rappresentare il cielo, quindi sarà da considerare come il fondo e il colore che rimarrà più in alto. Se osservi un paesaggio ti accorgerai che le zone a te più lontane risulteranno più chiare, quindi per quanto riguarda gli altri colori dovrai disporli dal più chiaro al più scuro, il più scuro occuperà più spazio rispetto agli altri e sarà posizionato in basso proprio perché è il più vicino alla tua visuale.

Nella foto qui sotto puoi vedere come ho fatto io. Fissa tra loro i fogli con un po’ di scotch di carta o di colla.

Ora delimita, con l’aiuto di un righello o una squadra, lo spazio che vorrai utilizzare per il tuo disegno, come in foto.

Una volta che abbiamo tracciato lo spazio, passiamo al disegno vero e proprio!

Step 2: definisci le spighe con la matita bianca

Con una matita bianca morbida – io ho utilizzato un pastello “Luminance” di “Caran D’Ache” – inizia a definire l’andamento delle spighe. Concentrati inizialmente sulle linee più lontane per poi iniziare a disegnare le spighe più definite in primo piano.

Step 3: è il momento dei pennarelli

Con i pennarelli ocra e giallo puoi colorare le spighe e le sue fila, concentrandoti di più sulla definizione delle spighe in primo piano e sfruttando il movimento delle linee per rendere l’idea del campo in movimento grazie al vento. Nelle zone più vicine puoi usare colori più intensi, mentre più ti allontani utilizza colori più leggeri e disegna linee più corte e leggere.

Step 4: dai profondità e arricchisci di dettagli al tuo campo di grano

Se vuoi definire i dettagli delle spighe in primo piano puoi sfruttare una semplice matita, possibilmente morbida – una 2B andrà benissimo. Puoi anche aggiungere delle linee nel primo piano per intensificare la profondità.

Step 5: dai luce e definizione

Siamo praticamente alla fine! 

In quest’ultima foto puoi vedere come ho arricchito il campo tornando a lavorarci con i pennarelli e anche con dei pastelli.
Ho voluto aggiungere un tocco di bianco con la penna gel sulle spighe per dare un tocco di luce e definizione.

Conclusioni

Il gioco è fatto!
Il nostro campo di grano è pronto, cosa te ne pare!?

Utilizzare e combinare varie tecniche insieme può essere un modo utile e divertente per sperimentare esercizi diversi dal comune.
Non credi?

Molto spesso la tecnica del collage viene sottovalutata o associata erroneamente ai più piccoli, ebbene, spero che con questo esercizio ti abbia fatto ricredere!

Spero che questo esercizio abbia stimolato la tua fantasia e che ti abbia fatto venire voglia di fare molte atre prove mescolando le tecniche che ti ho mostrato, senza paura!

Ora però tocca a TE!
Prova a mettere in pratica i miei consigli e prova a realizzare il tuo campo di grano utilizzando le tecniche che più ti piacciono, mixandole insieme.
Se ti fa piacere, poi, condividi con noi sulla nostra Pagina Facebook i tuoi disegni, saremmo davvero entusiasti di ammirare i tuoi risultati 😉

A presto,
Valentina.

*** VIDEO LEZIONE GRATUITA ***
OTTIENI SUBITO LA LEZIONE GRATUITA

Gli indispensabili delle Matite Colorate

Accesso immediato, ricevi subito il link per email
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche:
Ultimi Articoli

In qualità di Affiliato Amazon riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei.